Quanto la necessità di avere click influenza la qualità dei contenuti?

Quanto la necessità di avere click influenza la qualità dei contenuti?

Costanza e dedizione sono gli ingredienti principali per realizzare e seguire una pagina web personale offrendo contenuti di qualità che sappiano attrarre il lettore. Ma purtroppo non sono tutto: gestire un sito internet comporta spese di vario genere, che devono essere ammortizzate traendo, possibilmente, dei benefici dalla propria attività online.
In virtù di questa necessità si ricorre spesso agli sponsor, e dunque all’installazione, nella propria pagina web, di banner e popup che consentano ai proprietari di guadagnare una piccolissima somma ad ogni clic che il lettore farà su di essi.
Considerato in questi termini, il meccanismo appena descritto sembra vantaggioso e non invasivo per i followers del sito internet. Purtroppo la questione cambia quando l’impellente necessità di guadagnare porta il gestore della pagina ad abusare dei banner, inficiando la gradevolezza del sito e la lettura stessa.

Guadagnare in relazione al numero di banner installati nel proprio sito è un’arma a doppio taglio, che porta sia vantaggi che svantaggi per lo stesso gestore che, per aumentare il traffico sulla propria pagina, trascura la qualità dei contenuti in favore di articoli e materiale multimediale in grado di attrarre la massa con estrema facilità.

Sono tanti i siti internet interessati da una metamorfosi di questo tipo, inizialmente caratterizzati da una linea editoriale ottimale e da temi ben definiti per un pubblico ‘selezionato’, per poi omologarsi a quella gran fetta del web che si occupa di trattare gli argomenti più in voga (soprattutto gossip) senza una logica di fondo.

La necessità di ottenere un gran numero di clic per monetizzare il proprio sito fa perdere di vista il punto focale nella creazione di blog e altri portali, che non è quello di essere presenti sulla rete, bensì quello di trasmettere sensazioni, stimolare il lettore con contenuti accattivanti e convincerlo a tornare spinto da un forte interesse.
Che si tratti di un sito internet culturale o semplicemente una pagina per presentare i propri prodotti e servizi aziendali, è essenziale che la qualità dello stesso giustifichi il numero di visite.
Se non si osserva questa logica, il sito è destinato a restare in rete per poco tempo, poiché gli stessi visitatori, che sono passati sulla pagina perché attratti dalla curiosità del momento, sono in grado di riconoscere un sito internet scadente -costruito esclusivamente per guadagnare- per poi portarlo al tracollo.

Ciò detto, è importante che la necessità di monetizzare il proprio sito, anche ospitando degli sponsor, sia commisurata all’obiettivo principale per il quale si costruisce la pagina. Una via di mezzo tra l’introito ricavato e la qualità dei contenuti della pagina creata è possibile una volta compresa la giusta proporzione tra questi elementi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *